Ti gonfi come una tempesta
e la tua doglia è un rassicurante
tuono, è gioia che ti cresce dentro
con la voglia di venir fuori.
La vita si apre, si snoda
dal tuo gomitolo stretto,
casca, si sbuccia, grida,
sembra matura
come una parola nuova
sulle labbra appena increspate,
le tue labbra spoglie e diroccate.
Perché, quando passa, una parola
ti lascia essenziale, ti sgualcisce,
ti rende stropicciata
come le mura di una dimora antica.

Ogni parto è un trapasso,
non ti riempie ma ti fora
la parola:
la messinscena di un rantolo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...