Scrivo
per non lasciare andare via
l’effimero,
per custodire l’eterno,
che spesso é, di tutte le cose,
la più cagionevole.

E non muore,
ma ha bisogno di tutela e cura,
ha bisogno della mia presenza.
L’eterno non é nulla
senza la mia caducità.

È per questo che scrivo:
perché sono effimera,
e la caducità
è l’unico rimedio che posseggo
alla vastità dei tuoi orizzonti.

La cura, la culla
di ciò che non finisce
è al centro del mio svanire,
del mio essere cosa per poco,
giorno dopo giorno,
scrivo

per essere medicina
e porgere aiuto
alle cose cagionevoli,
come l’orizzonte
e la pericolosa immortalità
di ciò che è.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...